Quanto misura la mia cucina?

Quanto misura la mia cucina?

quanto misura la mia cucina

Conoscere le misure della propria cucina è utile per predisporre un ambiente in cui poter sbizzarrire e concretizzare le proprie idee di arredo. Scopriamo insieme le principali dimensioni degli elementi in cucina.

Le misure della cucina

Le misure della cucina

Quanto sono alte le basi?

L’altezza standard delle basi, partendo da terra ed includendo il top, si aggira intorno tra gli 70 e i 90 cm. Le variabili che modificano il valore in questione, per assecondare esigenze diverse, sono: altezza zoccolo, altezza scocca, presenza o meno dell’elemento gola e lo spessore del piano di lavoro (spesso influenzato dallo spessore del piano cottura).

  • Una base standard con gola misura: 12 (zoccolo) + 72 (scocca) + 3 (gola) + 4 (top) = 91 cm
  • Una base con zoccolo H 8 cm con gola misura: 8 (zoccolo) + 78 (scocca) + 3 (gola) + 4 (top) = 93 cm
  • Le basi sospese, essendo sprovviste di zoccolo, permettono di posizionare le basi (e di conseguenza anche i pensili) ad altezze  più adatte alla propria statura.

Le misure indispensabili che si devono tenere sotto controllo sono:

  1. la base sotto lavello, che deve ospitare le vasche;
  2. lo spessore del piano cottura che cambia aseonda della tipologia di cottura e a seconda della casa produttrice;
  3. quelle del forno che, standard, occupa una base H60 x L 60 x P. 60 ( nominali);
  4. se si vuole la lavastoviglie, questo elettrodomestico occupa uno spazio dai 45 ai 60 cm di larghezza e, sopra di essa, non può essere posizionato il lavello.

(è importante consultare sempre le misure dell’elettrodomestico che si desidera installare).

Quale dev’essere la profondità minima delle basi?

Salvo situazioni particolari e in linea generica, la profondità minima delle basi di una cucina non dovrebbe mai essere inferiore ai 60 cm: questa misura è determinata dagli ingombri minimi dettati dagli elettrodomestici (come forni e piani cottura in primis). Profondità maggiori sono invece piuttosto gradite (soprattutto dagli utilizzatori), perché garantiscono una superficie d’appoggio più ampia, rendendo più agevole la preparazione dei piatti.

Le profondità inferiori sono consentire solo in assenza di elettrodomestici.

profondità minima delle basi

Quanto spazio serve tra basi e pensili?

I pensili solitamente sono posizionati a 144 -146 cm da terra.

Anche se non esiste una regola fissa che definisca lo spazio da tenere libero tra basi e pensili, esiste una norma che fissa la distanza tra piano cottura e cappa ad almeno 60-65 cm quindi è consigliabile non posizionare mai i pensili ad altezze inferiori. Rispettare questa distanza consente di evitare spiacevoli inconvenienti o problemi causati dal calore generato dal piano cottura sulle superfici soprastanti.

Se non si ha un piano cottura nelle basi sottostanti o vicine, questa distanza può diminuire per rendere più accessibile il contenuto dei pensili.

misura tra basi e pensili

Che profondità possono avere i pensili?

Per determinare correttamente le misure della cucina, si può adattare anche la profondità dei pensili. Essi in genere sono profondi 35 cm, ma possono essere modificati a seconda delle necessità. Per esempio con un piano di lavoro più profondo, si può optare per pensili più profondi (basi profonde 75 -80 cm con pensili profondi 60 cm). La differenza tra la profondità dei pensili con la profondità delle basi (in media 24 cm), consente di evitare gli urti durante la preparazione dei piatti.

 

Profondità pensili