Cucine in melaminico o in laminato?

Cucine in melaminico o in laminato?

Robuste per eccellenza, pratiche da pulire, le superfici in laminato sono realizzate da fogli impregnati con resine fenoliche o melaminiche termoindurenti, che raggiungono uno spessore di 6 o 7 decimi di mm, pressati su pannello in fibre di legno.
Come avevamo anticipato in questo articolo, lo spessore dei fogli impregnati determina le proprietà di durezza e resistenza agli urti, ai graffi e all’usura in generale: più è spesso, più la superficie sarà resistente.
I bordi delle superfici laminate sono dritti, in ABS incollati con colle poliuretaniche, per garantire durata e resistenza a vapore, acqua e calore diretto.

Con il laminato è possibile realizzare anche top della cucina.

Nella gamma Dibiesse si trova lo stesso colore per le ante della cucina e per i top: questo permette di progettare composizioni totalmente monocromatiche per la più assoluta uniformità di stili.

Se vuoi scoprire gli altri materiali adatti per realizzare i top della tua cucina, leggi questo articolo.

Il laminato non è da confondere con le superfici in melaminico (o melamminico): appartenente alla famiglia dei nobilitati questa finitura è realizzata direttamente su un pannello di fibre di legno con fogli di carta decorativa impregnati di resine melaminiche. Di spessore inferiore (rispetto al laminato) offre superfici più materiche.

Una caratteristica delle ante in melaminico infatti è la capacità di riprodurre fedelmente le venature e i colori del legno, favorendo un’ampia scelta di soluzioni estetiche a prezzi davvero vantaggiosi.

Per riprodurre le venature del legno sono utilizzate particolari presse su cui sono incisi i disegni da realizzare sul pannello. Questi rulli vengono “messi a registro” (ovvero allineati) con la stampa che riproduce le venature e i pori del legno, realizzata con particolari vernici.


La vista è ingannata da reali ombre create dalla riflessione della luce sulle lavorazioni delle presse, mentre al tatto sembra di accarezzare superfici di vero legno.
Anche nelle ante in melaminico i bordi sono dritti in ABS, incollati con colla poliuretanica, per maggiore resistenza al contatto con acqua, vapore e calore.
Poichè per riprodurre  matericità e opacità delle superfici melaminiche lo strato di fogli impregnati di resina è più sottile rispetto al laminato, è sconsigliato realizzare piani top della cucina in melaminico, perché per caratteristiche risulta meno resistente ai graffi e all’uso quotidiano.

 

Le cucine realizzate nelle finiture melaminico o laminato sono le seguenti:

  • Spring con maniglia esterna o gola curva;
  • Spring Pro caratterizzata da un profilo maniglia con maniglia suqdrata sporgente sul bordo superiore o laterale delle ante;
  • Spring JOB con un profilo a J che “imita” l’effetto gola sul profilo superiore o laterale delle ante;
  • Spring Lesmo: il bordo dell’anta crea un’onda di 3 cm che copre parzialmente il profilo gola curva)
  • Play realizzata con ante in melaminico/laminato con profili maniglia LAB o TIME, superiori o laterali.

Vuoi saperne di più sui profili maniglia?

A questo articolo trovi un approfondimento sulle cucine “senza maniglia”.